Visite prenatali Livorno, un calendario di controlli

Ecografie Ostetriche

Durante le quaranta settimane di gestazione, lo studio di Dott. Gianfranco Pucci provvede a programmare tutte le visite prenatali a Livorno necessarie per seguirne ogni fase a beneficio della salute del nascituro e della madre. Fondamentale è l’ascolto della paziente al fine conoscerne la storia clinica, di rispondere ad ogni sua domanda e di sollevarla da ogni dubbio.

In relazione a quanto appreso in sede di visita, il Dott. Gianfranco Pucci procede ad effettuare ogni esame diagnostico che ritenga necessario e a stabilire con la paziente una calendario d’incontri e di accertamenti, quali ecografie ed esami clinici.

Con competenza e approfondita conoscenza nel proprio campo di specializzazione acquisita in anni di esperienza, Dott. Gianfranco Pucci valuta, caso per caso, la necessità di prescrivere eventuali accertamenti specifici, volti a valutare la corretta conformazione del feto e il suo corredo cromosomico e ad ottenere una completa diagnosi prenatale.

Ecografie Ostetriche

Durante le quaranta settimane di gestazione, lo studio di Dott. Gianfranco Pucci provvede a programmare tutte le visite prenatali a Livorno necessarie per seguirne ogni fase a beneficio della salute del nascituro e della madre. Fondamentale è l’ascolto della paziente al fine conoscerne la storia clinica, di rispondere ad ogni sua domanda e di sollevarla da ogni dubbio.

In relazione a quanto appreso in sede di visita, il Dott. Gianfranco Pucci procede ad effettuare ogni esame diagnostico che ritenga necessario e a stabilire con la paziente una calendario d’incontri e di accertamenti, quali ecografie ed esami clinici.

Con competenza e approfondita conoscenza nel proprio campo di specializzazione acquisita in anni di esperienza, Dott. Gianfranco Pucci valuta, caso per caso, la necessità di prescrivere eventuali accertamenti specifici, volti a valutare la corretta conformazione del feto e il suo corredo cromosomico e ad ottenere una completa diagnosi prenatale.

L’importanza dell’ecografia durante la gravidanza

Nello studio medico di Gianfranco Dott. Pucci ogni gravidanza viene seguita nel suo evolversi attraverso scrupolose e periodiche visite prenatali a Livorno, oltre che con ogni esame diagnostico che il medico ritenga necessario richiedere o effettuare. Primo e fondamentale è l’esame ecografico del nascituro che è eseguita dal Dott. Gianfranco Pucci dalle prime settimane di gravidanza al fine di evidenziare la presenza di attività cardiaca e procedere alla misurazione delle dimensioni del feto per valutarne il corretto sviluppo in relazione alla durata della gravidanza in atto. A partire dal secondo trimestre, si procede anche alla misurazione della testa, dell’addome e della lunghezza del femore del bambino quali valori fondamentali per assicurarsi della corretta crescita.

Attraverso l’ecografia il medico è inoltre in grado di stimare la posizione della placenta e la quantità di liquido amniotico, due elementi che garantiscono il sano sviluppo del nascituro. Attraverso un esame diagnostico assolutamente innocuo, in sede ecografica il medico è in grado di rivelare la presenza di anomalie fetali maggiori. Per escludere la presenza di altre eventuali patologie è necessario, su richiesta medica, ricorrere ad ulteriori accertamenti, quali l’esame dei villi o l’amniocentesi, sicuramente più invasivi, ma in grado di escludere in modo inconfutabili anomalie, ed esempio, di carattere cromosomico. Viene anche illustrata la tecnica del Prenatalsafe.

L’importanza dell’ecografia durante la gravidanza

Nello studio medico di Gianfranco Dott. Pucci ogni gravidanza viene seguita nel suo evolversi attraverso scrupolose e periodiche visite prenatali a Livorno, oltre che con ogni esame diagnostico che il medico ritenga necessario richiedere o effettuare. Primo e fondamentale è l’esame ecografico del nascituro che è eseguita dal Dott. Gianfranco Pucci dalle prime settimane di gravidanza al fine di evidenziare la presenza di attività cardiaca e procedere alla misurazione delle dimensioni del feto per valutarne il corretto sviluppo in relazione alla durata della gravidanza in atto. A partire dal secondo trimestre, si procede anche alla misurazione della testa, dell’addome e della lunghezza del femore del bambino quali valori fondamentali per assicurarsi della corretta crescita.

Attraverso l’ecografia il medico è inoltre in grado di stimare la posizione della placenta e la quantità di liquido amniotico, due elementi che garantiscono il sano sviluppo del nascituro. Attraverso un esame diagnostico assolutamente innocuo, in sede ecografica il medico è in grado di rivelare la presenza di anomalie fetali maggiori. Per escludere la presenza di altre eventuali patologie è necessario, su richiesta medica, ricorrere ad ulteriori accertamenti, quali l’esame dei villi o l’amniocentesi, sicuramente più invasivi, ma in grado di escludere in modo inconfutabili anomalie, ed esempio, di carattere cromosomico. Viene anche illustrata la tecnica del Prenatalsafe.